Cerca nel blog

Loading...

venerdì 9 luglio 2010

RIDATECI L'ASSOCIAZIONE

Da molti anni a questa parte, l’associazione “MigrAzioni”, sita in B.go Parente 14, fa della scuola d’italiano per extracomunitari la sua attività principale, come massima espressione della volontà comune di creare una nuova cittadinanza attraverso la convivenza, l’integrazione e la solidarietà nel quartiere oltre torrente.


L’obiettivo, almeno in parte, possiamo dire sia stato raggiunto, trovandoci qui oggi, Venerdì 09/07/10, maestri e studenti compatti per riprendere ciò che con la forza ed il sopruso ci è stato ingiustamente tolto: la nostra sede.

Da ieri sera, infatti, senza alcun motivo o spiegazione ben validi e dopo almeno due settimane di minacce e atti di prepotenza neanche troppo velati, il PROPRIETARIO dei locali in cui si svolgono le nostre attività, ha cambiato la serratura della porta d’accesso ad essi, impadronendosi illegalmente di tutti i beni collettivi lì presenti e, soprattutto, costringendoci a sospendere l’attività didattica o a continuarla in strada, visto che ormai siamo senza la nostra “CASA”.

Adesso, la domanda che a tutti voi poniamo è la seguente: come ritenete sia possibile creare una convivenza pacifica tra italiani e stranieri senza porre le basi per una qualsiasi forma di comunicazione?

Noi crediamo che in queste condizioni qualsiasi forma di dialogo e di avvicinamento sia alquanto inattuabile ed è per questo che oggi MANIFESTIAMO, chiedendo al proprietario di restituire ciò che ci ha immoralmente tolto ed invitando tutti gli abitanti del quartiere e non a prendere coscienza di ciò che sta accadendo nella nostra associazione!

                                                                  I maestri e gli studenti della scuola d’italiano “migrAzioni”

1 commento:

  1. Caro Marco mi dispiace molto. Tienimi aggiornato. Non mollate!

    RispondiElimina